Vladimir Jankélévitch
Il paradosso della morale

Ciclo di incontri
______________________
24 settembre 2020
15 aprile 2021
Deleuze-Guattari 1980-2020
Quarant’anni di Mille piani
Podcast
_________________
Emanuele Lepore
Emancipazione, tecnica, società
(Laclau, Simondon, Žižek)
Carlo Negri
Deleuze e il postumano
Corpo e soggetto nella postmodernità
Andrea Girometti
Il reale è relazionale
Studio sull’antropologia economica e la sociologia politica di Pierre Bourdieu
Anton Webern
Il cammino verso la nuova musica
Podcast
_________________
Carlo Crosato
Foucault: pensare
criticamente la storia
Armando Canzonieri
L’atleta indisciplinato
Fortuna ed esercizio
Gioele P. Cima
Il Seminario Perpetuo
Il tardo e l’ultimo Lacan
previous arrow
next arrow
Shadow
Slider

Alcibiade e la cura di sé

Il principio che bisogna «occuparsi di se stessi» ha ricevuto la sua prima elaborazione filosofica nell’Alcibiade di Platone. Come sappiamo, i commentatori esitano sulla data da proporre per questo dialogo. Alcuni elementi spingono a vedervi un testo della giovinezza di Platone: il genere di personaggi che vi partecipano, il tipo di interrogazione e la lentezza del dialogo, molti dei temi affrontati. Ma altri elementi invece richiamerebbero a una datazione più tarda: e in particolare la conclusione molto «metafisica» del dialogo, a proposito della contemplazione di sé nell’essenza divina. Lasciamo da parte questo dibattito, che non è di mia competenza. E manteniamo solo la soluzione suggerita dai neoplatonici. È interessante per il senso che la tradizione antica attribuiva a questo dialogo e per l’importanza che dava al tema della «cura di sé»…

Novità in libreria

Dario Giugliano, Per una metafisica del proprio. La letteratura

In un breve scritto del settembre del 1933, The Cult of the Individual, Bertrand Russell sosteneva che «le persone che al giorno d’oggi credono che la terra sia piatta non hanno alcuna possibilità di persuadere gli altri (sensible people), e stanno semplicemente affermando il loro diritto di essere stupidi». Le pagine di questo libro tentano…

Raffaele Ruocco, Dopo il diluvio. Natura e religione in Hegel tra i frammenti francofortesi e la Fenomenologia dello spirito

L'acqua che sommerge il mondo nel diluvio (ma anche l’acqua battesimale in cui Gesù si immerge); il deserto vagando nel quale Abramo cerca la sua terra e adora il suo Dio; il pane e il vino che Gesù, dopo averli fatti identici al suo corpo e al suo sangue, offre da mangiare e da bere…

News: una recensione

Repubblica

Gli ultimissimi Seminari di Lacan, tenuti nella seconda metà degli anni Settanta, sono i più condizionati dall’irruzione della topologia, ma anche dalle pause, dai silenzi prolungati e dal carattere spesso contradittorio del pensiero di un Lacan fiaccato fatalmente dal peso degli anni. L’immagine è quella di una sorta di maestro Zen che riduce sempre più lo spazio della propria parola lasciandola ai suoi allievi e che si impegna nella composizione con le proprie mani di nodi borromei improbabili. Il fluire barocco ma, al tempo stesso, rigorosamente cartesiano della sua parola che aveva caratterizzato i suoi Seminari per un arco di vent’anni lascia il posto al movimento intermittente del suo pensiero…

Gioele P. Cima, Il Seminario Perpetuo. Il tardo e l’ultimo Lacan, Orthotes, Napoli-Salerno 2020 [recensione di Massimo Recalcati | la Repubblica (Robinson) | 30-05-2020 | leggi la recensione].

Autori

Carlo Sini

Carlo Sini, già professore di Filosofia teoretica presso l’Università Statale di Milano, è membro…

Mariagrazia Melfi

Mariagrazia Melfi, da anni impegnata nella formazione dei giovani universitari, è direttrice…

Maria Cinque

Maria Cinque è professore associato di Didattica e Pedagogia speciale presso l’Università…

Nunzio Bombaci

Nunzio Bombaci (Messina, 1958) ha conseguito il Dottorato di Ricerca in Filosofia e…

Libri

Nicola Turrini, Fernand Deligny

Fernand Deligny è stato una figura chiave della pedagogia francese del Novecento, che a partire dagli anni Cinquanta ha contributo a ripensare la “presa in carico” dei bambini autistici al di fuori delle strutture istituzionali. Congiuntamente alla pratica strettamente pedagogica egli ha elaborato un’originale riflessione sullo statuto dell’immagine e del suo ruolo nei processi di…

Friedrich W.J. Schelling, Lezioni monachesi e altri scritti

Gli anni del secondo soggiorno di Schelling a Monaco (1827-1841) sono quelli in cui il filosofo poté godere di un successo riconosciutogli pubblicamente, anche attraverso le visite di studenti provenienti dall’estero. Gli incarichi ufficiali da lui rivestiti avevano come perno l’attività di insegnamento all’Università, finalmente da poco trasferita nella capitale bavarese. Qui Schelling elaborerà le…

Cerca nel catalogo

Collane

Sillabario

Ogni libro della collana Sillabario presenta in poche pagine di piccolo formato un grande classico o un grande contemporaneo: della filosofia o della letteratura, del teatro, del cinema o della musica. Ma lo…

Dialectica

La collana Dialectica propone (specialmente in traduzione) opere di pensatori radicali o con una visione politica di rottura. È la prima collana di Orthotes, nata per alimentare il motore della nostra linea editoriale…

Studia Humaniora

Nella collana Studia Humaniora sono raccolte ricerche originali di critica letteraria, profili biografici, letture di psicoanalisi, biopolitica, medicina, religione, arte e poesia, e cioè quei saperi che per loro natura…

Studi kierkegaardiani

Søren Aabye Kierkegaard è tradizionalmente considerato il progenitore della filosofia dell’esistenza (Jaspers, Heidegger, Sartre) e della teologia dialettica (Barth, Gogarten, Tillich), che sono, almeno in parte, risultato di una rinascita-riscoperta del suo pensiero…

Rassegna stampa e appuntamenti

202024set(set 24)5:30 pm202115apr(apr 15)8:00 pmDeleuze-Guattari 1980-2020. Quarant'anni di Mille pianiIn diretta streaming su: https://www.facebook.com/Orthotes/(settembre 24) 5:30 pm - (aprile 15) 8:00 pm Orthotes Facebook Page, https://www.facebook.com/Orthotes/

202014set2:00 pmL'indice dei libri del mese: La musica non si è smaterializzatadi Gabriele Balbi2:00 pm L'indice dei libri del mese, TorinoRassegna stampa:Coscienza fonografica

202030ago2:00 pmChe dire del reale? Sul Seminario Perpetuodi Felice Cimatti2:00 pm Fata Morgana Web, RendeRassegna stampa:Il Seminario Perpetuo. Il tardo e l’ultimo Lacan

202027ago2:00 pmItalian Studies: Recensione di Leopardi. L'alba del nichilismodi Ada Bronowski2:00 pm Italian Studies, LondonRassegna stampa:Leopardi

202016ago12:00 amIl posto delle parole: Conversazione con Riccardo Panattoniintervista di Livio Partiti su Kim Ki-duk12:00 am il posto delle parole, SaluzzoAppuntamenti:Riccardo Panattoni

Manifesto

Orthotes è una casa editrice indipendente, plurale e democratica.
Orthotes si occupa prevalentemente di saggistica filosofica, considerando il “filosofico” nella sua accezione più semplice e caratteristica, e cioè come uso del sapere a vantaggio degli esseri umani, donne e uomini. #casa editrice filosofia #Orthotes #filosofia

Bruno Bauer
La Tromba del Giudizio Universale contro Hegel ateo e anticristo (2020)
Emil Cioran
Il libro delle lusinghe (2020)
Emil Cioran
Il crepuscolo dei pensieri (2020)
Bernard Stiegler
Della miseria simbolica (2020)
Félix Guattari
L’inconscio macchinico (2020)
Jan Patočka
Platone e l’Europa (2020)
Gilbert Simondon
Sul modo d’esistenza degli oggetti tecnici (2020)
Jacques Derrida
La verità in pittura (2019)
Anton Webern
Il cammino verso la nuova musica (2019)
Georges Didi-Huberman
Sentire il grisù (2019)
Pierre Fédida
Il sito dello straniero. La situazione psicoanalitica (2020)
Michel Foucault
Dire il vero su se stessi (2020)
Vladimir Jankélévitch
Il paradosso della morale (2020)