Jacques Derrida
Posizioni
Francesco Vitale
La farmacia di Godard.
La conoscenza cinematografica
della vita (della morte)
Fabio Grigenti
Le macchine e il pensiero
Silvia Vizzardelli
Teleplastia
Saggio sulla psiche interrotta
Gilbert Simondon
Del modo di esistenza
degli oggetti tecnici
Viola Carofalo
Pensare in tempo di sventura.
Saggio sulla filosofia di Simone Weil
Maura Benegiamo
La terra dentro il capitale.
Conflitti, crisi ecologica e sviluppo nel delta del Senegal
Badiou – Il Film
Play
Georges Didi-Huberman
Sentire il grisou
Enzo Paci
Diario fenomenologico
Leonard Mazzone
Ipocrisia.
Storia e critica del più socievole dei vizi
Michel Foucault
Dir vero su se stessi
Marco Focchi
La clinica psicoanalitica
di Jacques Lacan
Monica Massari e Vincenza Pellegrino (cur.)
Emancipatory Social Science.
Le questioni, il dibattito, le pratiche
Tommaso Tuppini
Vortici.
Forme dell'esperienza
Vladimir Jankélévitch
Il paradosso della morale
Play
Podcast
_________________
Carlo Crosato
Foucault: pensare
criticamente la storia

Ciclo di incontri
______________________
24 settembre 2020
15 aprile 2021
Deleuze-Guattari 1980-2020
Quarant’anni di Mille piani
previous arrow
next arrow
Shadow
Slider

Pensiero nomade

Se domandiamo cos’è o cosa diviene Nietzsche oggi, sappiamo bene a chi bisogna rivolgersi. Bisogna rivolgersi ai giovani che stan­no leggendo Nietzsche, che scoprono Nietzsche. Noi, la maggior parte di quelli qui presenti, siamo già troppo vecchi. Cosa scopre oggi un giovane in Nietzsche, che sicuramente non coincide con quello che vi aveva scoperto la mia generazione, che sicuramente non coincide con quello che vi avevano scoperto le generazioni pre­cedenti? Come è possibile che oggi dei giovani musicisti si senta­no coinvolti da Nietzsche nelle cose che fanno, pur non facendo assolutamente musica nietzschiana, nel senso in cui la faceva Nietz­sche? Come è possibile che dei giovani pittori, dei giovani cinea­sti si sentano coinvolti da Nietzsche? Cosa accade, in che modo cioè recepiscono Nietzsche? A rigore, tutto ciò che si può spiega­re, dall’esterno, è in che modo Nietzsche abbia rivendicato, per sé e per i suoi lettori, contemporanei e futuri, un certo diritto al con­trosenso. E oltretutto non importa quale diritto, perché ha le sue regole segrete, ma un certo diritto al controsenso su cui vorrei spie­garmi tra un momento, e che implica il fatto che commentare Nietzsche non sia la stessa cosa che commentare Descartes, He­gel. Mi chiedo chi sia oggi il giovane nietzschiano: chi prepara un lavoro su Nietzsche?

Novità in libreria

Gabriele Schimmenti, L’arte contesa. L’estetica, la sinistra hegeliana e il giovane Marx

La politicizzazione della filosofia dell’arte rappresenta una delle caratteristiche fondamentali del giovane hegelismo. Il presente volume, oltre a cercare di restituire il senso di tale politicizzazione, studia le mediazioni e alcune delle figure più rilevanti che hanno contribuito a tale fenomeno e cerca di mostrare, mediante uno studio dei Quaderni di Bonn contenuti nella MEGA2…

Divano. Il dispositivo della psicoanalisi, Federico Leoni, Riccardo Panattoni (cur.)

– Più che di una disposizione dei corpi nello spazio, il divano è l’espressione dell’ingresso in un altro rapporto, un rapporto clinico in quanto rapporto inclinato – con la lingua. (Judith Kasper) – La posizione supina espone il corpo, evoca almeno in apparenza una sorta di acquiescenza. Distesi, diveniamo la nostra stessa terra, la nostra…

News: una recensione

Philosophy Kitchen

Del modo di esistenza degli oggetti tecnici di Gilbert Simondon, tradotto in italiano da Antonio Stefano Caridi per i tipi di Orthotes (2021), è ormai un piccolo classico. Eppure si tratta di un’opera che non ha quasi nulla del classico: popolato di tubi elettronici e motori di trazione, articolato in tre parti piuttosto disorganiche e solo di rado disposto ad aperture di senso rivelatrici, è un libro quasi contrario alla vocazione del grande saggio umanistico moderno. Quando venne pubblicato nel 1958, diede voce a un certo clima di insofferenza generale verso le Humanités: «più nessuno può vivere una vera cultura umanistica, anche volendo e avendone i mezzi materiali»…

Gilbert Simondon, Del modo d’esistenza degli oggetti tecnici, Orthotes, Napoli-Salerno 2021 [recensione di Gregorio Tenti | Philosophy Kitchen | 20-10-2021 | leggi la recensione].

Autori

Sieglinde Borvitz

Sieglinde Borvitz è Professoressa associata presso l’università Heinrich Heine di Düsseldorf dove insegna Letteratura…

Gabriele Balbi

Gabriele Balbi è Assistant Professor in Media Studies presso l’Università della Svizzera…

Giovanna Costanzo

Giovanna Costanzo è ricercatrice di Filosofia morale presso l’Università degli Studi di Messina. Si occupa di…

Søren Kierkegaard

Søren Kierkegaard (Copenaghen, 1813-1855) è stato uno dei più influenti filosofi del XX…

Libri

Teorie del soggetto, Marco Moschini (cur.)

Assistiamo oggi al tramonto della soggettività? Oppure le dinamiche del mondo in cui viviamo devono portarci a una rivalutazione della ricchezza di ciò che siamo (e siamo diventati), in vista di una più profonda appropriazione delle radicali trasformazioni che ci coinvolgono? Un simile interrogativo s’impone con l'urgenza specifica che è propria della meditazione filosofica la…

Studi jaspersiani, Volume I, Fede e sapere

Questo primo numero della rivista Studi jaspersiani, pubblicazione annuale della Società italiana Karl Jaspers, fondata nel 2012, rappresenta l’inizio di un progetto che si lega alla ripresa e alla diffusione del pensiero di Karl Jaspers in Italia. Il 2013 è stato un anno importante in questa prospettiva: le numerose manifestazioni organizzate in tutta Italia in occasione del…

Cerca nel catalogo

Collane

Società Italiana di Filosofia Morale

La collana nasce in seno alla SIFM (Società Italiana di Filosofia Morale), ospita gli atti dei convegni annuali della Società ma si offre anche come strumento di diffusione delle ricerche e delle riflessioni che riguardano…

Le parole della psicoanalisi

Ogni filosofia, è stato detto, è una terminologia. La serie Le parole della psicoanalisi raccoglie i risultati dell’attività di uno dei centri italiani più attivi all’intersezione tra ricerca filosofica e teoria psicoanalitica…

Ricercare

Nella collana Ricercare vengono pubblicati i libri che hanno a che fare con l’arte, sia essa espressa attraverso la musica, l’immagine, il colore, o la parola. Una collana potente, diretta, priva del superfluo…

Italiana

La collana Italiana ospita opere che segnano dei classici della tradizione filosofica del nostro paese, accanto a saggi di studiosi attualmente impegnati nell’analisi e nella critica degli autori e dei nuclei concettuali più importanti di questa stessa tradizione. Si tratta di testi…

Rassegna stampa e appuntamenti

202123nov12:00 pm3:00 pmAlma Mater Studiorum: Presentazione di Pluriversocon Emanuele Leonardi e Alberto Acosta12:00 pm - 3:00 pm Alma Mater Studiorum, BolognaRassegna stampa:Pluriverso

202120ott2:00 pmPK: Recensione di Del modo di esistenza degli oggetti tecnicidi Gregorio Tenti2:00 pm Philosophy Kitchen, TorinoRassegna stampa:Del modo di esistenza degli oggetti tecnici

202106ott12:00 amPhilosophy Kitchen – L'atleta indisciplinato: esercici o esercizi?di Emanuele Enria12:00 am Philosophy Kitchen, TorinoRassegna stampa:L'atleta indisciplinato

202131ago12:00 amIl posto delle parole: Conversazione con Leonard Mazzoneintervista di Livio Partiti su Ipocrisia12:00 am il posto delle parole, SaluzzoAppuntamenti:Leonard Mazzone

202124ago12:00 amIl posto delle parole: Conversazione con Emanuele Iulaintervista di Livio Partiti su Pulsioni e legami12:00 am il posto delle parole, SaluzzoAppuntamenti:Emanuele Iula

Manifesto

Orthotes è una casa editrice indipendente, plurale e democratica.
Orthotes si occupa prevalentemente di saggistica filosofica, considerando il “filosofico” nella sua accezione più semplice e caratteristica, e cioè come uso del sapere a vantaggio degli esseri umani, donne e uomini. #casa editrice filosofia #Orthotes #filosofia

Bruno Bauer
La Tromba del Giudizio Universale contro Hegel ateo e anticristo (2020)
Emil Cioran
Il libro delle lusinghe (2020)
Emil Cioran
Il crepuscolo dei pensieri (2020)
Bernard Stiegler
Della miseria simbolica (2020)
Félix Guattari
L’inconscio macchinico (2020)
Jan Patočka
Platone e l’Europa (2020)
Gilbert Simondon
Sul modo d’esistenza degli oggetti tecnici (2020)
Georges Didi-Huberman
Sentire il grisù (2019)
Pierre Fédida
Il sito dello straniero. La situazione psicoanalitica (2020)
Friedrich W.J. Schelling
Sistema dell’idealismo trascendentale (2021)