Hegel e Foucault: un accostamento impossibile?

Nell’articolo Cogito e storia della follia, apparso nel 1963 sulla Revue de Métaphysique et de Morale, Jacques Derrida si confronta con il progetto foucaultiano, sotteso alla Storia della follia nell’età classica, di restituire la parola alla follia rendendola pienamente soggetto del libro, cioè suo oggetto e autore. Esaminando in particolare la prefazio­ne alla prima edizione del 1961 – prefazione che poi verrà stralciata dalle successive edizioni della Storia della follia –, Derrida riconosce a Foucault l’acuta consapevolezza di dover sfuggire, per realizzare la sua opera:

alla trappola o alla ingenuità oggettiviste che consisterebbero nello scrivere, nel linguaggio della ragione classica, utilizzando i concetti che sono stati gli strumenti storici di una cattura della follia, nel lin­guaggio coltivato e poliziesco della ragione, una storia della follia sel­vaggia, quale esiste e respira prima di essere presa e paralizzata nelle reti di quella stessa ragione classica.

Il tentativo foucaultiano di scrivere in un linguaggio non monologi­co e non dominato dalle coordinate teoriche della ragione classica si traduce secondo Derrida in due progetti completamente diversi…

Novità in libreria

Sergio Messina, Eco-democrazia

Quale legame esiste tra politica e crisi ecologica? Può esserci continuità nell’era dell’Antropocene con la democrazia moderna? Può la stessa adattarsi o trasformarsi in base alle esigenze delle future generazioni e dell’intera biosfera? Il racconto della crisi ecologica in chiave multidisciplinare attraverso la lente della eco-democrazia potrebbe costituire al contempo un metodo e un cambiamento…

Fethi Benslama, Farhad Khosrokhavar, Lo jihadismo al femminile

Le donne che hanno scelto di associarsi allo Stato Islamico sono circa cinquecento. Come interpretare questo fenomeno che ha preso campo in Europa, al punto che nel 2015 il numero delle donne in partenza ha quasi eguagliato quello degli uomini? Quali sono le motivazioni e le aspirazioni di queste giovani e talvolta giovanissime? Utilizzando in…

News: una recensione

Sovrapposizioni

Il cinema è il luogo di una triplice alleanza che si fonda su un nodo di movimento. Corpo, gesto, resistenza sono gli assi portanti che si slanciano e si attorcigliano a partire da un unico spostamento: il concatenamento. In fondo, non senza qualche indebito incastro, l’acuta tesi di Gianluca Solla in Buster Keaton (Orthotes, 2016) è così riassumibile. La rapida sequela di immagini legate l’un l’altra dalla cesura che le separa costituisce un concatenamento, vero protagonista di questo volume per una duplice ragione. Innanzitutto esso è ciò che porta su di sé il peso del cinema in quanto tale, al di là che esso sia il comico di Buster Keaton o di Charlie
Chaplin, muto o sonoro…

Gianluca Solla, Buster Keaton, Orthotes, Napoli-Salerno 2016 [recensione di Simone Raviola | Sovrapposizioni | 01-10-2019 | leggi la recensione].

Autori

Beniamino Biondi

Beniamino Biondi è nato e risiede ad Agrigento. Scrittore e saggista, si occupa di poesia….

Alessandra Granito

Alessandra Granito, è dottore di ricerca in Filosofia presso l‘Università «G. d’Annunzio»…

Franco Lolli

Franco Lolli è analista di ALIPsi, direttore della sede IRPA di Grottammare (AP)…

Giovanni Gentile

Giovanni Gentile (Castelvetrano 1875 – Firenze 1944) è uno dei più grandi pensatori del…

Libri

Paolo Jedlowski, In un passaggio d’epoca. Esercizi di teoria sociale

Il passaggio d’epoca in cui siamo coinvolti comporta molteplici sfide. A essere sfidata è anche la teoria sociale. I presupposti, i concetti e i procedimenti conoscitivi di cui questa è composta sono stati formulati in Europa e in Nord America, ma alla luce di ciò che ora sappiamo di un mondo più vasto e interdipendente…

Silvia Pierosara, Legami privati e relazioni pubbliche. Una rilettura di Axel Honneth

Il volume indaga il paradigma del riconoscimento e il vincolo tra legami affettivi e giustizia nel pensiero di Axel Honneth, a partire da un’interrogazione problematica intorno al complesso rapporto tra sfera pubblica e privata, così come emerge dai suoi testi più recenti. Le aspettative sproporzionate di riconoscimento, che si riversano oggi sulla sfera privata, si…

Cerca nel catalogo

Collane

Dialectica

La collana Dialectica propone (specialmente in traduzione) opere di pensatori radicali o con una visione politica di rottura. È la prima collana di Orthotes, nata per alimentare il motore della nostra linea editoriale…

Sillabario

Ogni libro della collana Sillabario presenta in poche pagine di piccolo formato un grande classico o un grande contemporaneo: della filosofia o della letteratura, del teatro, del cinema o della musica. Ma lo…

Etica e Talenti

Essere umani implica l’essere segnati da una straordinaria complessità: emozioni ed intelligenza, aspirazioni e capacità; relazioni e legami. Che cosa ci permettere di promuovere un autentico sviluppo umano…

Studi kierkegaardiani

Søren Aabye Kierkegaard è tradizionalmente considerato il progenitore della filosofia dell’esistenza (Jaspers, Heidegger, Sartre) e della teologia dialettica (Barth, Gogarten, Tillich), che sono, almeno in parte, risultato di una rinascita-riscoperta del suo pensiero…

Rassegna stampa e appuntamenti

202007gen2:00 pmSovrapposizioni: Patocka e la vita nell'ampiezzadi Francesco Nasti2:00 pm Sovrapposizioni, MilanoRassegna stampa:La cura dell'anima

202005gen(gen 5)2:00 pmScuole Salento: Su Ecocene di Santa De Sienadi Letizia e Lucrezia Prete2:00 pm Scuole Salento, LecceRassegna stampa:Ecocene

201931dic6:00 pmIntervista a Umberto Curi: Pensare per immaginiIntervista di Marco Pacioni6:00 pm OperaViva, RomaAppuntamenti:Umberto Curi

201930dic6:00 pmIntervista a Federico Leoni: L'immagine-scatolaIntervista di Marco Pacioni6:00 pm OperaViva, RomaAppuntamenti:Federico Leoni

201920dic3:30 pmLecce: Presentazione di Ecocene. Per un post-umano tecnopolitico o ecopolitico?di Santa De Siena3:30 pm Liceo Classico e Musicale Giuseppe Palmieri, LecceAppuntamenti:Santa De Siena

Bruno Bauer
La Tromba del Giudizio Universale contro Hegel ateo e anticristo (2020)
Emil Cioran
Il libro delle lusinghe (2020)
Emil Cioran
Il crepuscolo dei pensieri (2020)
Bernard Stiegler
Della miseria simbolica (2020)
Félix Guattari
L’inconscio macchinico (2020)
Jan Patočka
Platone e l’Europa (2020)
Gilbert Simondon
Sul modo d’esistenza degli oggetti tecnici (2020)
Jacques Derrida
La verità in pittura (2019)
Anton Webern
Il cammino verso la nuova musica (2019)
Georges Didi-Huberman
Sentire il grisù (2019)
Pierre Fédida
Il sito dello straniero. La situazione psicoanalitica (2020)
Michel Foucault
Dire il vero su se stessi (2020)
Vladimir Jankélévitch
Il paradosso della morale (2020)